Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Premio Campiello 2021la cinquina dei finalisti

Anche quest’anno siamo arrivati al momento più atteso del mese di maggio con la scoperta della cinquina dei finalisti del Premio Campiello, ormai giunto alla sua 59° edizione.

La cerimonia di comunicazione dei finalisti, che si è tenuta nella stupenda cornice dell'Aula Magna di Palazzo Bo a Padova, ha finalmente dichiarato i titoli che concorreranno a vincere l’ambito Premio istituito nel lontano 1962.

A fare gli onori di casa è stato il presidente della Giuria Walter Veltroni che insieme a Federico Bertoni, Daniela Brogi, Silvia Calandrelli, Chiara Fenoglio, Daria Galateria, Luigi Matt, Ermanno Paccagnini, Lorenzo Tomasin, Roberto Vecchioni, Emanuele Zinato hanno decretato la seguente cinquina:

  1. Il libro delle case di Andrea Bajani
  2. Sanguina ancora. L'incredibile vita di Fedor M. Dostojevskij di Paolo Nori
  3. Se l’acqua ride di Paolo Malaguti
  4. L’acqua del lago non è mai dolce di Giulia Caminito
  5. La felicità degli altri di Carmen Pellegrino

È stato, inoltre, conferito il Premio Campiello Opera Prima (istituito nel 2004 come riconoscimento per un autore agli esordi) a Daniela Gambaro per la raccolta di racconti Dieci storie quasi vere.

Per l’elezione del vincitore dovremo aspettare il 4 settembre con una bellissima cerimonia, condotta da Andrea Delogu, all’interno di un altro luogo suggestivo di Venezia: l’Arsenale (lo scorso anno la celebrazione era avvenuta in Piazza San Marco). 

Nel frattempo, non farti trovare impreparato e durante questa estate provvedi a leggere tutti i titoli in gara per il premio. Abbiamo preparato per te la selezione della cinquina, oltre a ricordarti i vincitori delle passate edizioni.

Il libro delle case di Andrea Bajani  

product name
- 5 %
17,00 € 16,15 €
- 5 %
17,00 € 16,15 €

Raccontare l’esistenza di una persona attraverso la sua casa. Un Io indefinito che narra la sua vita attraverso i luoghi in cui ha abitato e così facendo racconta un po’ di esse, della sua crescita e delle scelte che lo hanno portato a essere ciò che è. Io è infante che gioca gattonando sul pavimento, poi si tramuta in un amante di una donna sposata nella camera da letto, marito premuroso in cucina, giovane preso a pugni dal padre nella casa delle vacanze. Un libro forte e molto apprezzato dalla Giuria del Premio Campiello, Vecchioni addirittura si sbottona dichiarandolo già il libro vincitore.

Andrea Bajani, Il libro delle case

Scopri di più

Sanguina ancora. L'incredibile vita di Fedor M. Dostojevskij di Paolo Nori  

product name
- 5 %
18,50 € 17,57 €
- 5 %
18,50 € 17,57 €

Raccontare Dostojevskij narrando un po’ di sé, questo è quello che fa Paolo Nori in questo romanzo in cui ripercorre la vita dello scrittore russo. Nel leggere Delitto e Castigo Nori è rimasto impressionato e dopo anni e anni ci dice esplicitamente di “sanguinare ancora”, la sofferenza di Dostojevskij è un po’ anche la sua. Un libro che salta negli anni e nelle vite di due scrittori, in alcune pagine si concede al lettore il russo, in altre l’emiliano. Anche questo romanzo è passato alla prima votazione della cinquina dei finalisti con ben 7 voti a suo favore.

Paolo Nori, Sanguina ancora. L'incredibile vita di Fedor M. Dostojevskij

Scopri di più

Se l’acqua ride di Paolo Malaguti  

product name
- 5 %
18,50 € 17,57 €
- 5 %
18,50 € 17,57 €

Paolo Malaguti dichiara di essersi divertito molto nella stesura di questo romanzo e il lettore lo percepisce, perché è un romanzo in cui la felicità è palpabile. Ganbeto sa il suo destino, vuole navigare lungo i canali del suo paese d’origine, come gli hanno insegnato sin dalla tenera età, peccato però che dovrà confrontarsi con un’era che va sempre più evolvendosi, costringendolo a fare altre scelte, altre avventure, altri perigli. Un libro molto amato e apprezzato dalla Giuria del Campiello e di cui si sottolinea la freschezza narrativa.

Paolo Malaguti, Se l'acqua ride

Scopri di più

L’acqua del lago non è mai dolce di Giulia Caminito  

product name
- 5 %
18,00 € 17,10 €
- 5 %
18,00 € 17,10 €

Antonia è una madre forte, che nella vita ha saputo affidarsi solo sulla propria ostinazione e questi valori vuole trasmetterli alla figlia Gaia. 

Gaia vive negli anni 2000, un’epoca molto diversa da quella in cui ha vissuto la madre, dove davvero i ragazzi avevano altri valori e in cui si aveva la necessità di farsi sentire, di dare e dire la propria opinione. A far da sfondo a queste due donne vi è l’acqua del lago, il bellissimo lago di Bracciano che nasconde in sé misteri, leggende e incredibili narrazioni.

Giulia Caminito, L'acqua del lago non è mai dolce

Scopri di più

La felicità degli altri di Carmen Pellegrino  

product name
- 5 %
18,00 € 17,10 €
- 5 %
18,00 € 17,10 €

Cloè sin da bambina ha imparato a interfacciarsi con i fantasmi, spettri che puntualmente erano presenti all’interno delle proprie mura domestiche. Nonostante cambiasse case, città e luoghi di lavoro questa sua predilezione per le ombre non l’ha mai abbandonata. Da piccola Cloè si interrogava spesso con il fratello se, per caso, anche nelle case degli altri ci fossero stati i fantasmi e con esse felicità di verse. Queste narrazioni, dialoghi incessanti con passato e futuro sono il nucleo della narrazione che Pellegrino crea con una scrittura molto particolare, avvincente e che i giurati del Campiello hanno voluto sottolineare.

Carmen Pellegrino, La felicità degli altri

Scopri di più

Vincitori passati del Premio Campiello

Una caratteristica comune a tutti gli autori e le autrici che hanno vinto il Premio Campiello è di avere delle storie importanti, spesso che attingono ad autobiografie o vicende vere: dal cocciamatte di Remo Rapino a Carlo Gesualdo da Venosa di Andrea Tarabbia, dall’Arminuta di Di Pietrantonio alle assaggiatrici di Postorino, senza dimenticare la giovane ricercatrice Angela di Vinci.

L’autenticità del racconto permette al lettore di farsi coinvolgere dalla storia e dai personaggi e di buttarsi a capofitto nella trama per poterne sviscerare ogni singolo contenuto. Romanzi importanti che segnano la storia della letteratura italiana ma anche le belle letture degli appassionati del Premio Campiello.




Premio Campiello 2020 - Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio di Remo Rapino  

product name
- 5 %
17,00 € 16,15 €
- 5 %
17,00 € 16,15 €

Bonfiglio Liborio è il matto del villaggio, il cocciamatte come lo definisce l’autore Remo Rapino, e nei suoi racconti, a tratti deliranti, si percepisce l’intera drammaticità della sua storia. Attraverso le narrazioni che fa durante le sue giornate, Liborio parla del Novecento, della sua storia, degli avvenimenti che l’hanno caratterizzata. In questo panorama inserisce anche i suoi personaggi, i suoi amici e nemici, che durante la vita lo hanno portato a essere ciò che oggi rappresenta. Un romanzo intenso che racconta la storia di un uomo dal 1926 al 2010, un uomo fuori dal comune, un uomo un po’ pazzo, ma lucido nel narrare la (sua) storia.

Remo Rapino, Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio

Scopri di più

Premio Campiello 2019 - Madrigale senza suono di Andrea Tarabbia  

product name
- 5 %
16,50 € 15,67 €
- 5 %
16,50 € 15,67 €

Andrea Tarabbia conquista il Premio Campiello nel 2019 con un romanzo sulla biografia di Carlo Gesualdo da Venosa, facoltoso principe vissuto nel Regno di Napoli tra il XVI e XVII secolo divenuto celebre per due episodi. Il primo è quello di aver composto sette libri di madrigali, il secondo – meno virtuoso – di aver ucciso la moglie Maria d’Avalos. Un attacco d’ira nel vederla giacere con l’amante ha valso a Carlo Gesualdo la nomea di assassino. Nel romanzo di Tarabbia c’è non solo il fatto storico ma anche i pensieri e i turbamenti di un giovane uomo che nella vita avrebbe voluto solamente suonare e non perdersi dietro ai doveri di un sovrano.

Andrea Tarabbia, Madrigale senza suono

Scopri di più

Premio Campiello 2018 - Le assaggiatrici di Rosella Postorino  

product name
- 5 %
10,00 € 9,50 €
- 5 %
10,00 € 9,50 €

Le assaggiatrici di Rosella Postorino è il classico romanzo che ha al suo interno tutti gli ingredienti giusti per funzionare: una buona storia, un’idea geniale e un contesto storico che rende reale la situazione. Come poteva Hitler accertarsi che il cibo prodotto all’interno delle proprie cucine fosse incontaminato e non avvelenato? Del resto, era noto che il Führer avesse molti nemici, quindi doveva assicurarsi che i piatti che venivano preparati per lui fossero commestibili. Decide quindi di far assaggiare, almeno qualche ora prima, i piatti a lui destinati a nove donne, rinominate “le assaggiatrici”. Ogni volta assaggiare un piatto poteva essere fatale, ma la gioia di potersi cibare durante la guerra diveniva un privilegio per poche che Sara sa di avere. Postorino dona alla letteratura italiana uno dei libri più densi e belli di sempre.

Rosella Postorino, Le assaggiatrici

Scopri di più

Premio Campiello 2017 - L'Arminuta di Donatella Di Pietrantonio  

product name
- 5 %
12,00 € 11,40 €
- 5 %
12,00 € 11,40 €

Arminuta significa la ritornata, ed è letteralmente ritornata nella sua casa d’origine la protagonista di questa storia. Una bambina che scopre di avere un diverso passato e viene catapultata immediatamente in un mondo di cui non sapeva l’esistenza. L’Arminuta torna in Abruzzo in una casa piccola, abitata da fratelli e sorelle che non conosceva e racconta di spazi angusti, letti condivisi e cibo da dover dividere. Le vecchie e facoltose amiche non ci sono più, la vita adesso è nella strada o nel caldo cortile con le alte abitazioni che compongono il palazzo in cui abita. Donatella Di Pietrantonio racconta la sua terra, i suoi usi e costumi, riprendendo i contorni di un’Italia che ricorda Pratolini e Cassola.

Donatella Di Pietrantonio, L'Arminuta

Scopri di più

Premio Campiello 2016 - La prima verità di Simona Vinci  

product name
- 5 %
20,00 € 19,00 €
- 5 %
20,00 € 19,00 €

Angela è una giovane ricercatrice che sbarca sull’isola di Leros per compiere il suo lavoro, che si tramuta ben presto in una missione. Siamo nel 1992 e salta alla luce una terribile verità: l’isola di Leos è un’isola manicomio in cui, in anni non sospetti, vennero deportati gli oppositori politici della Grecia per farli convivere con alcuni pazienti psichiatrici. Simona Vinci interseca molti temi importanti: dalla malattia mentale alla dittatura, dalla violenza all’emarginazione, per un romanzo intenso che a tratti ricorda come genere il thriller. Rivelare una verità così angusta non è stato semplice, ma allo stesso tempo è importante percepire quale fosse la situazione dei manicomi e dei malati mentali prima della Legge Basaglia.

Simona Vinci, La prima verità

Scopri di più

I vincitori classici del Premio Campiello  

-5%
12,00 € 11,40 €

Una barca nel bosco

Paola Mastrocola

Libri

-5%
12,00 € 11,40 €
-5%
12,00 € 11,40 €

Accabadora

Michela Murgia

Libri

-5%
12,00 € 11,40 €
-5%
14,50 € 13,77 €

Venuto al mondo

Margaret Mazzantini

Libri

-5%
14,50 € 13,77 €
-5%
11,00 € 10,45 €

La lunga vita di Marianna Ucrìa

Dacia Maraini

Libri

-5%
11,00 € 10,45 €
-5%
13,00 € 12,35 €

Se non ora, quando?

Primo Levi

Libri

-5%
13,00 € 12,35 €
torna su Torna in cima